PSICOTERAPIA INDIVIDUALE

Nella terapia individuale l’incontro fra un solo terapeuta e la persona avviene con una modalità “faccia a faccia”, a frequenza settimanale. Nella terapia individuale l’accento è posto sulla relazione terapeutica considerata come punto di convergenza e di espressione del mondo intrapsichico e interpersonale.

La Psicoterapia è un tipo di terapia che si avvale principalmente del dialogo e della relazione ed è rivolta a quelle persone che attraversano un periodo particolarmente critico della loro vita e non riescono a trovare soluzione, o che vivono ripetutamente situazioni di disagio emotivo e psicofisico. Tutto questo accade nel manifestarsi insicurezza e scarsa stima di sé, quindi avvertire la sensazione di non avere via d’uscita, di girare in cerchio intorno a un problema, di non riuscire a superare una perdita o un lutto, di non riuscire a comunicare con gli altri, oppure con rabbia, ansia, tristezza, attacchi di panico, disfunzioni sessuali, difficoltà relazionali, e altri disturbi psicologici in genere.

La Psicoterapia ha la finalità di sostenere la persona nella sofferenza e nella complessità del suo disagio e di aiutarla a scoprire e rafforzare le risorse che già possiede.

Essa permette anche di acquisire una maggiore conoscenza di sé e nuovi strumenti per affrontare i problemi e i cambiamenti e per sentirsi più efficaci e a proprio agio nei vari ambiti della propria vita (relazionale, lavorativo, familiare).

L’orientamento Sistemico-Relazionale, in particolare, considera l’individuo come facente parte di più Sistemi, costituiti alternativamente dalla coppia, dalla famiglia nucleare o allargata, dal proprio ambiente lavorativo o amicale, dalla società.

All’interno di questi Sistemi le persone sono in relazione tra loro in virtù delle loro interazioni e di legami affettivi e di interdipendenza e queste connessioni sono importanti punti di riferimento per comprendere il mondo interiore e il mondo attorno ad ogni singolo individuo.

Il sintomo, in quest’ottica, assume un significato che deve essere riletto come espressione dell’esperienza soggettiva, dell’esperienza interpersonale e dell’esperienza cognitiva della persona.

Nella terapia individuale sistemica gli incontri prevedono una convocazione individuale. Tuttavia l’individuo, pur essendo solo nella stanza di terapia, porta comunque con sé tutte le relazioni significative che animano la propria vita nel presente, nel passato e nell’ipotetico futuro. L’attenzione del terapeuta sarà pertanto in ogni modo rivolta alla dimensione relazionale ed interattiva del cliente, non tralasciando comunque pensieri, emozioni, storie e vissuti legati alla dimensione individuale. In alcuni casi tale tipo d’approccio si configura come naturale prosecuzione di un percorso familiare o di coppia, volta ad affrontare “nodi privati” che il paziente preferisce affrontare individualmente.

Dopo una fase preliminare di 2-3 colloqui, distanti circa 7-10 giorni l’uno dall’altro, durante i quali vengono inquadrate le problematiche principali e le aspettative del paziente, viene fatta una valutazione finale per definire quale tipo di percorso psicoterapeutico sia più adatto alla situazione, la frequenza degli incontri e, ove possibile, la durata indicativa del percorso.

TORNA SU